domenica 14 settembre 2008

Scegliere la VIA

Questo è un blog sulle esperienze, emozioni, difficoltà di chi pratica Arti Marziali....ed è di questo che vi parlerò oggi. Per me un vero guerriero è quello che ascolta il suo cuore e se il suo cuore gli dice che quello che sta facendo non è la sua VIA che fa?...può anche decidere di abbandonare la sua pratica e fermarsi. Ishin si ferma con il WING CHUN per proseguire nel suo cammino.

6 commenti:

Viviana B. ha detto...

Ohibò, Ishin, che sorpresa!
...Buon proseguimento di cammino, ovunque questo ti condurrà!...

CRAMPO ha detto...

«La Via veramente Via non è una via costante» [Tao te ching]

SuppaMan ha detto...

Come dice Lo Sciamano Ichu:
"Buon Cammino nella via Guerriero".

rik ha detto...

credo che la vera via sia ben più grande di uno stile di kung fu.

Molti grandi personaggi, maestri seri, hanno detto e io condivido che le tecniche e gli stili sono solo strumenti attraverso cui noi cerchiamo di migliorare noi stessi.
Poi se lottiamo per amare bene e veramente gli altri, noi stessi e in primo luogo..., allora non conta tanto quale stile si pratica, per quanto tempo etc

conta la vita e la realtà di ciò che siamo e delle cose belle che cerchiamo di conquistare un poco alla volta, resistendo ai mali che ci assalgono da dentro e da fuori

ciao da Riccardo

rik ha detto...

il vero guerriero penso sia quello spirituale, come gli antichi cavalieri templari (quelli veri, non i massoni che se appropriarono falsamente l'eredità- cosa impossibile perchè l'ordine dei cavalieri templari è un ordine di religiosi della Chiesa cattolica che è stato sospeso nel secolo XIII e non più nuovamente ativato). Essi a volte sono rappresentati in due su un solo cavallo, per alcuni si indica così la duplice battaglia che dovevano combattere, quella fisica contro gli islamici che assalivano i pellegrini cristiani tra Giaffa e Gerusalemme e soprattutto quella spirituale contro nemici spirituali e demoni. Per altri era segno di povertà, avere un solo cavallo. Comunque il grande Bernardo di Chiaravalle scrisse per loro "Elogio della nuova milizia".(se vuoi continuo)

ciao da Riccardo

rik ha detto...

Sospeso nel secolo XIV- mi pare verso il 1312 o 1314 d.C. (l'ordine dei poveri cavalieri di Cristo poi detti templari) ...ho riletto l'articolo...scusa vado a lavorare...ciao