venerdì 27 febbraio 2009

A tutti i Guerrieri



In che modo l'Arte Marziale ti ha cambiato la vita?

Entrambi il lati della medaglia sono ben accetti..

9 commenti:

Viviana B. ha detto...

Come dicevo concludendo una chiacchierata tra guerriere con Ishin, "Credo che chi non si sia mai avvicinato alle arti marziali possa tranquillamente vivere facendone a meno, ma chi ha intrapreso questa strada non riesce ad allontanarsene più".

Per me l'arte marziale non è soltanto fisicità e non è soltanto filosofia, è apprendimento ed insegnamento insieme, è cedevolezza e forza, è, appunto, Yin e Yang. Dolce come un'onda, che però col suo cedere ed avanzare arriva persino a scavare la roccia.
Sicuramente il T'Ien Shu è qualcosa che mi ha cambiato la vita. In meglio.

Serena Castagnola ha detto...

se posso intromettermi...
per quanto mi riguarda l'Arte Marziale mi ha veramente cambiatyo la vita e non per utilizzare un modo di dire scontato, ma proprio perchè, quando praticavo, aveva dato nuovi significati a qualsiasi cosa io facessi a partire dalla più banale a quella più complessa, ed anche oggi a distanza di 684 giorni (sì li conto uno a uno) da quando ho dovuto smettere di praticare, l'Arte è una preziosa parte di me che mi permette di vedere ed affrontare la quotidianità con nuovi spunti.

isa ha detto...

io sono molto pratica... ero paurosa e insicura, il mio carattere si è rafforzato e ho impartato ad affrontare le avversità a testa alta e con serenità. Inoltre, ho curato il mio eterno mal di schiena, praticando aikido, è passato, e non è più tornato, nemmeno quando ho smesso di praticare.
E poi, ho imparato a essere presente, cosa indispensabile per non prendere botte sul tatami, e ho vinto la mia perenne ansia...per me è stata una medicina, tra le migliori!

ishin ha detto...

Per Serena Castagnola: benvenuta tra noi guerriera!
"Mi piace pensarci come una foresta di alberi, con le radici che affondano per ognuno di noi nel medesimo terreno, da cui possiamo attingere nutrimento ma a cui dobbiamo rendere qualcosa, con i rami tesi verso il cielo che ci da respiro e luce e che noi dobbiamo impegnarci a mantenere ben ossigenato!"
Questo è quello che Biondo ha scritto di noi guerrieri, mi sa che pure tu fai parte della stessa foresta tra cielo e terra!
Pr Suppaman: rispondo stasera con un post!

ishin ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Biondo ha detto...

Eccomi cari Compagni di Viaggio!
Intanto do il benvenuto ai nuovi guerrieri e mi scuso per la latitanza dell'ultimo periodo...
L'arte marziale per me è stato un nuovo linguaggio da applicare ad ogni esperienza della vita e piano piano è diventata la vita stessa. Un lungo (spero) viaggio dentro di me per scoprire un po' di più di quell'essere che credevo rappresentarmi, per trasformare la rappresentazione che avevo di me in qualcosa di molto più congruo. L'arte marziale è stata la chiave di volta per intraprendere questo viaggio, ha incrementato quella luce degli occhi che iniziava a latitare e mi ha dato la possibilità di incontrare altre anime che avevano la stessa luce dentro. Oggi è il mio lavoro, la mia passione e da qualche mese anche il mio Amore... ;)
Le forme ,gli stili ,i nomi ,non contano più, oggi ci sono i principii che in ogni ambito, come dice Serena,provo a mettere in pratica. Per dirla alla Fritjof Capra, mi ha aiutato a togliere quella dualità che noi occidentali applichiamo ad ogni cosa insegnandomi ,con un quotidiano duro lavoro, a vedere il mondo come un unica manifestazione.
Ha fatto di me L'Apprendista Viaggiatore che oggi sono!
Buon Viaggio

p.s. Per suppa:
Ho un regalo da fare al nostro blog..se vai sul mio capirai cosa intendo, ma ho bisogno di poter accedere al layout.

ishin ha detto...

Ho cominciato a resprare, a provare uno squisito piacere nel respirare, ho cominciato a vivere lentamente ed assaporare la vita, potenziare i miei sensi, vivere una vita reale e non una vita pensata, apprendere da ogni esperienza (non esistono più esperienze positive ed esperienze negative ma solo esperienze), a vedere gli "errori" come occasioni preziose per imparare, a scoprire che avevo una muscolatura interna, a vedere e sentire la raltà intorno a me in modo diverso, a sentire la forza della terra che mi sostiene, a sorridere alle nuvole che mi appaiono straordinarie, a superare i miei limiti e non guardare il percorso degli altri, rispettare il punto di vista altrui, scoprire un mondo meraviglioso ricco di leggende che è infinito,ricco di insegnamenti, pieno di saggezza, ho scoperto che esistono principi universali nelle diverse culture e religioni, ho cominciato ad appassionarmi alle diverse culture e cominciare a vedere il mondo con gli occhi dei diversi popoli, a imparare dalla natura sopratutto dall'acqua e dal bambu', a non investire maggiori energie di quelle che servono,a ricercare l'equilibrio. I miei valori, le mie scelte, il mio modo di sentire e di percepire, tutto è mutato.

SuppaMan ha detto...

Io non ho molte parole, posso dire solo che l'Amo.
Mi ha dato un motivo per credere e continuare a vivere.
Insieme agli studi di Pranic Healing Meditazione e Reiki è parte integrante di me, la fetta di torta, il lato pulito della vita :-)

rik ha detto...

L'arte marziale è fantastica perchè unisce mente, cuore e corpo in una viva tensione verso la verità integrale, e credo possa anche aiutare ad aprisrsi verso gli altri e verso Dio con amore e rispetto !!! saluti da Riccardo...è anche una fonte di energia, utile e buona, se scevra da autoesaltazione autoreferenziale...cioè essa è una via e non il fine ultimo dell'uomo! Questo io credo e vi saluto di nuovo e vi ringrazio